L’Italia Vincente Del Nuoto-Record E Medaglie Agli Europei Paralimpici

CAMPIONATI EUROPEI NUOTO PARALIMPICO

Trentacinque medaglie in tre giorni di gare.

Questo storico traguardo è stato raggiunto dalla Nazionale italiana di Nuoto Paralimpico.

L’Italia senza piscine e senza spazi acqua.

Il paese in cui l’ora di educazione fisica nelle scuole è relegata a ricreazione.

L’Italia senza infrastrutture, con palestre scolastiche fatiscenti ed obsolete. Dove i genitori devono ridurre il proprio orario di lavoro per portare i figli agli allenamenti.

Questa stessa Italia fatta anche di ragazzi che pur di inseguire un sogno rinunciano a vivere come i loro coetanei. Poche feste, sveglie alle cinque di mattina e poi su e giù con la compagnia di una striscia nera.

Nella nazionale di nuoto paralimpico ci sono studenti universitari, impiegati, funzionari di banca. C’è un medico chirurgo che si ritaglia le ore di allenamento tra un’operazione ed un turno in pronto soccorso. C’è la fashion blogger che dal suo blog suggerisce alle ragazze sulla sedia a rotelle come essere sensuali e scegliere il giusto outfit. Vi ‘è lo spaccato di quella Italia che non si arrende al facile lamento ma lotta, vive di sport e per lo sport, contro i se ed i ma.

Sono italiani che le barriere architettoniche le sfondano a suon di bracciate, che contro le difficoltà hanno deciso di uscire e di nuotare.

Il resto del mondo sta a guardare, perché gli italiani si ergono sul gradino più alto, intonano l’inno nazionale, stabiliscono record che altri, nel resto del pianeta, cercheranno di abbattere.

A Glasgow l’Italia ha lasciato tutti a bocca aperta, vincendo e convincendo anche i più scettici.

In Irlanda, a Dublino, il nuoto paralimpico azzurro scrive un pezzo di storia moderna. La storia si scrive e si racconta anche con lo sport e questa è una delle pagine più belle di sempre.

RECORD DEL MONDO

Carlotta Gilliatleta Rari Nantes Torino/Fiamme Oro abbassa il suo Record del mondo nei 200 metri misti. Il tempo di 2:22.12 abbassa di oltre un secondo il precedente. La Gilli lo aveva stabilito in 2:13.62 durante le World Series a Berlino nel 2017.

Il ritorno di MORLACCHI

Federico Morlacchi (Pol.Ha Varese) vanta nel suo Palmarès ben sette medaglie paralimpiche di cui una d’oro. Due volte campione mondiale e dieci volte campione europeo. Nel Novembre 2013, Federico Morlacchi è stato nominato Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana per i successi sportivi ottenuti e nel dicembre 2016 Commendatore Ordine al merito della Repubblica Italiana.

Torna sul gradino più alto del podio laureandosi Campione Europeo dei 100 mt farfalla S9 con il tempo di 1:00.11.

Accanto a lui Simone Barlaam festeggia con la medaglia d’argento al collo.

100 metri rana maschili sb4

  1. BOCCIARDO Francesco 1:48.16
  2. FUHRER Stephan 1:54.36
  3. ANDRYSEK Petr

Conquista l’oro e dedica la medaglia alla sua Genova. Francesco Bocciardo tocca la piastra ed indica il cielo, rivolgendo il pensiero alle vittime del crollo del ponte Morandi a Genova del 14 Agosto.

Quest’oro per me ha un significato particolare. Dopo quello che è accaduto a Genova mi sembra un atto dovuto dedicarlo alla mia città. Alle vittime e ai loro familiari. Genova ce la farà anche questa volta a rialzarsi”.

La nazionale ha gareggiato con un segno nero al braccio, simbolo di lutto e solidarietà verso la città di Genova.

50 MT RANA MASCHILI SB3

  1. MORELLI Efrem 49.03
  2. DADAON Ami Omer 55.06
  3. ERNHOFER Andreas

Efrem Morelli è il veterano della squadra. Trentanove anni, ha partecipato a ben tre Paralimpiadi, conquistando la medaglia di bronzo a Rio De Janeiro nel 2016 nei 50 metri rana cat. sb3.

Ieri sera ha conquistato il titolo europeo lasciando il vuoto dietro di sé.

50 mt rana femminili SB3

  1. TRIMI Arjola 1:04.48
  2. MICKOVA Dominika 1:07.89
  3. SVIDERSKA Olga 1:12.23

Carrelata di medaglie d’oro che non accenna a fermarsi. Arjola Trimi dopo un periodo fuori dalle corsie per motivi fisici, torna Coe ci aveva lasciati: vincendo. In tre giorni l’atleta Pohla Varese ha già messo al collo due medaglie d’oro, un argento ed un bronzo.

100 rana maschili SB5

  1. DOLFIN Marco Maria 1:43.29
  2. KOMAROV Oleksandr 1:51.53
  3. CARCAMO ARANA 1:56.41

Marco Dolfin medico ortopedico di Torino non ha deluso le aspettative del folto gruppo di sostenitori volati a Dublino. Titolo europeo nei 100 mt rana con il tempo di 1:43.29. Guadagna la medaglia d’oro grazie alla progressione nella vasca di ritorno. Ha dichiarato dopo la gara di aver dato il massimo per mantenere una promessa da papà. Ai suoi due gemelli aveva promesso la medaglia.

IL MEDAGLIERE

ORI

ARGENTI

BRONZI

APPROFONDIMENTI

Leave a Reply

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

Ha frequentato il Liceo Classico "T.L. Caro" dove era impegnata nella redazione della rivista scolastica. Nel 2002 è tra le più giovani laureate in Giurisprudenza dell'Università Federico II di Napoli (ITA). Inizia il percorso di Avvocato Civilista, conseguendo nel 2006 l'abilitazione all'esercizio della professione di avvocato. Si avvicina al nuoto quasi per caso, …

Read More »

Don't want to miss anything?

Subscribe to our newsletter and receive our latest updates!