Kliment Kolesnikov “Le Olimpiadi Non Sono Tutto Nella Vita”

Giusy Cisale
by Giusy Cisale 0

November 30th, 2023 Italia, News

Il detentore russo del record mondiale Kliment Kolesnikov ha parlato apertamente della prospettiva che dà alle Olimpiadi e alla competizione nel suo complesso in una recente intervista con la TASS, affermando che dare troppa importanza al nuoto può appesantire altri aspetti della vita.

Kolesnikov, 23 anni, ha affermato che, sebbene le Olimpiadi rimangano il livello più alto a cui un atleta aspira, incentrare la propria identità esclusivamente sullo sport può portare a problemi di salute mentale.

LE DICHIARAZIONI

Kolesnikov ha dichiarato:

“Non ha perso il suo significato nel complesso. L’Olimpiade resta la cosa migliore che possa capitare nella vita di un atleta. Ma non sono più il senso della vita. Non c’è bisogno di collegarle.

Così facendo, le persone iniziano a soffrire di depressione.

L’approccio giusto è: ‘È solo una gara, dopo la quale ci si dimentica di tutto’. Oltre alle Olimpiadi e al nuoto, ci sono altre cose che puoi fare e divertirti'”.

Kolesnikov ha fatto il suo debutto olimpico a Tokyo, vincendo una medaglia d’argento individuale nei 100 dorso maschili (52.00) e un bronzo individuale nei 100 stile libero (47.44).. A Tokyo rappresentava il Comitato Olimpico Russo (ROC).

Ha detto che dopo aver vissuto i Giochi, questi hanno “assolutamente” perso un po’ del loro splendore nella sua mente.

Sul punto ha detto:

“E non perché sono state imposte delle sanzioni.

È successo subito dopo i Giochi Olimpici. Allora la mia opinione su tutto è cambiata.

Ti prepari ad affrontarli come un ragazzo che ha il sogno di arrivare lì e vincere. Ma alla fine ti ritrovi in una vita adulta dura e piena di realtà, in cui capisci che sei interessante solo quando dimostri qualcosa.

Per questo motivo, ho ripensato ai miei obiettivi e alle mie mete. Cerco solo di provare l’emozione di nuotare e di stabilire i miei record personali e la pace.

Se le guardi dal punto di vista di un atleta, le Olimpiadi sono una competizione fantastica, in termini di organizzazione è un livello irraggiungibile: è bello far parte della comunità del nuoto, vedere ragazzi di diversi paesi.

Ma se la si guarda dall’esterno, dopo l’esibizione, e si capisce a cosa ha portato tutto questo, diventa imbarazzante.

Da quando i nuotatori russi sono stati banditi dalle competizioni internazionali nel marzo 2022, Kolesnikov ha continuato a prosperare nelle competizioni nazionali, battendo il record mondiale nei 50 dorso maschili sia in vasca corta (22.11) che in lunga  (23.55) negli ultimi 12 mesi.

Ha anche nuotato un tempo di 51.82 nei 100 dorso (LCM) che lo colloca al secondo posto nella classifica di tutti i tempi.

Lo status degli atleti russi che parteciperanno alle Olimpiadi del 2024 a Parigi è ancora incerto, ma anche se dovessero essere ammessi a gareggiare, lo faranno come atleti individuali neutrali.

In This Story

0
Leave a Reply

Subscribe
Notify of

0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

 GIUSY  CISALE Giusy Cisale graduated high school at the Italian Liceo Classico "T.L. Caro" where she was engaged in editing the school magazine. In 2002, she was among the youngest law graduates of the  Federico II University of Naples (ITA). She began her career as a Civil Lawyer, becoming licensed to practice law …

Read More »