Adam Peaty: Il Miglior Riposo E’ Festeggiare E Bere Birra-Il Titolo Mondiale? E’ Mio.

CAMPIONATI NAZIONALI BRITANNICI 2019

Mentre si prepara ad affrontare una settimana di gare ai Campionati Britannici, la stella mondiale Adam Peaty ha rilasciato un’intervista al quotidiano The Herald dove svela un tipo particolare di “recover”

I piani di Peaty vanno oltre Tokyo 2020, dichiarando di voler continuare fino alle Olimpiadi di Los Angeles del 2028.

La ricetta per un successo a lungo termine?

Uscire per festeggiare e bere birra

Durante l’intervista dichiara che non solo vuole vincere l’oro alle Olimpiadi di Tokyo del 2020, ma ha come obiettivo quello di diventare il primo uomo ad abbattere il muro dei 57 secondi nei 100 metri rana.

Piuttosto che raddoppiare gli allenamenti, preferisce un’altra formula per raggiungere il successo:

“Per me, il riposo è uscire con i miei amici, festeggiare, bere una birra, divertirmi”.

“Questo è il vero riposo. E’ fare ciò che fai normalmente. Non riesco a riposare e dunque continuo ad allenarmi. È un modo strano di pensare”.

“Guarda Michael Phelps dopo le Olimpiadi di Pechino. Era fuori a bere, a giocare a golf. . . questo è quello che serve. Non posso arrivare fino al 2024 e al 2028 allenandomi ogni giorno di ogni singolo anno. Perché tu perdi la motivazione. Questo è il periodo più motivato da quando avevo 18 anni e va bene. “

Il progetto di arrivare fino alle Olimpiadi del 2028, secondo Peaty, deve andare di pari passo con l’inevitabile invecchiamento. Su questo punto dichiara:

“Ho bisogno di sapere quando perdere e quando vincere”.

“Non penso che sia sostenibile per me vivere i prossimi otto anni cercando di vincere all’International di Edimburgo, o cercando di vincere altri incontri internazionali in tutto il paese e in tutto il mondo. Perché se ho intenzione di andare sotto i 56 secondi, e andare dove non sono arrivato prima, non posso difendermi dai ragazzi che vanno ai Mondiali con 59 secondi. Non è plausibile per me”.

Mentre la maggior parte degli atleti britannici gareggerà a Glasgow per un posto in Nazionale, Adam Peaty utilizzerà la vasca scozzese per testare la propria preparazione.

“Non c’è dubbio, il titolo mondiale è mio”, afferma.

“È il mio titolo”

 Sono un po ‘arrogante. Ma ho un ottimo programma in atto.

“Sto lavorando con persone di grande talento per uno stile di vita performante ed ho messo le cose in atto per permettermi di continuare ad abbattere barriere ed andare dove nessun altro è stato”.

Per leggere l’intervista integrale in inglese clicca qui

In This Story

Leave a Reply

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

Ha frequentato il Liceo Classico "T.L. Caro" dove era impegnata nella redazione della rivista scolastica. Nel 2002 è tra le più giovani laureate in Giurisprudenza dell'Università Federico II di Napoli (ITA). Inizia il percorso di Avvocato Civilista, conseguendo nel 2006 l'abilitazione all'esercizio della professione di avvocato. Si avvicina al nuoto quasi per caso, …

Read More »

Want to take your swimfandom to the next level?

Subscribe to SwimSwam Magazine!