Trials Australiani: Ledecky Chiama, Titmus Risponde: Nuota I 400SL in 3:59.35

TRIALS AUSTRALIANI 2019

Questa mattina vi avevo preannunciato che l’australiana Ariarne Titmus avrebbe nuotato i 400 metri stile libero ai Trials Australiani.

Poche ore dopo che l’americana Katie Ledecky ha nuotato a Santa Clara, in California, il primo tempo al mondo in questa stagione (leggi qui l’articolo), l’australiana ha provato a batterla a distanza.

400 METRI STILE LIBERO DONNE – FINALE

  1. Ariarne Titmus 3:39.35 – Record Australiano – Record del Commonwealth
  2. Kiah Melverton 4:05.30
  3. Lani Pallister 4:06.57

Ariarne Titmus tocca l piastra a sette centesimi di secondo dal tempo nuotato dalla Ledecky. Con il tempo di 3:39.35 si qualifica facilmente ai Mondiali FINA di Gwangju, dove si preannuncia una lotta all’ultimo centesimo.

Il tempo nuotato nella finale australiana dei 400 metri stile libero è il nuovo personal best di Ariarne Titmusche fissa così anche il nuovo Record Australiano Record del Commonwealth.

Il precedente record era stato fissato dalla stessa Titmus l’11 Aprile agli Australian Open ed era di 3:59.66.

Non cambiano le posizioni nel ranking mondiale, dove siede in cima Katie Ledecky.

2018-2019 LCM WOMEN 400 FREE

KatieUSA
LEDECKY
06/08
3.59.28
2Ariarne
TITMUS
AUS3.59.3506/09
3Bingjie
LI
CHN4.03.2903/07
4Wang
JIANJIAHE
CHN4.03.7703/24
5Leah
SMITH
USA4.03.8605/31
View Top 36»

I passaggi di Ariarne Titmus

  • 50 metri – 27.76
  • 100 metri – 57.26 (29.50)
  • 150 metri – 1:27.54 (30.28)
  • 200 metri – 1:57.67 (30.13)
  • 250 metri – 2:27.99 (30.32)
  • 300 metri – 2:58.42 (30.43)
  • 350 metri – 3:29.06 (30.64)
  • 400 metri – 3:59.35 (30.29)

Seconda Kiah Melverton della TSS Aquatics, che con il tempo di 4:05.30 ottiene la qualificazione ai Mondiali FINA che si svolgeranno a Gwangju  il mese prossimo.

Terzo posto del podio per la 17enne Lani Pallister con 4:06.57

Dopo la gara la Titmus ha dichiarato di non essere completamente soddisfatta del tempo:

“Eravamo piuttosto eccitati per questa gara e ho nuotato molto velocemente e volevo provare e mettere insieme un’ottima nuotata”.

“Ad essere onesti, sono un po’ delusa dal tempo. Mi sono allenata molto bene e pensavo di avere un 3:58. Sicuramente ho sentito la stanchezza un po’ negli ultimi 100 metri”

“Un po’ più di riposo spero mi aiuterà”.

 

In This Story

Leave a Reply

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

Ha frequentato il Liceo Classico "T.L. Caro" dove era impegnata nella redazione della rivista scolastica. Nel 2002 è tra le più giovani laureate in Giurisprudenza dell'Università Federico II di Napoli (ITA). Inizia il percorso di Avvocato Civilista, conseguendo nel 2006 l'abilitazione all'esercizio della professione di avvocato. Si avvicina al nuoto quasi per caso, …

Read More »

Want to take your swimfandom to the next level?

Subscribe to SwimSwam Magazine!