Dott. Vaia Dello Spallanzani Sbagliato Tenere Le Persone Lontane Dallo Sport

Il dott. Francesco Vaia, è il direttore generale dell‘Istituto nazionale per le malattie infettive Lazzaro Spallanzani.

In un’intervista rilasciata al Corriere della Sera, il direttore sanitario del noto ospedale romano invita il Ministro della Salute a riaprire le palestre e le piscine.

In uno studio su 61 pazienti deceduti, la maggior parte aveva ipertensione, diabete o cardiopatie. Malattie legate a stili di vita non corretti.

Invito il ministro dello Sport a ripensare le chiusure di palestre e piscine»

Il 25 Ottobre scorso, il Presidente del Consiglio dei Ministri decretava la sospensione delle attività di piscine e palestre come misura di contenimento del contagio da coronavirus.

L’Istituto di anatomia patologica dell’Ospedale romano ha condotto uno studio su 61 pazienti deceduti in Lazio, Umbria e Abruzzo.

Dallo studio è emerso che la maggior parte delle persone era affetta da altre patologie, quali ipertensione, diabete e cardiopatia cronica.

Secondo il dott. Vaia, questo studio dimostra che

l’età media delle vittime resta alta. E che le patologie di cui soffre chi muore per il coronavirus sono le classiche malattie legate a uno stile di vita poco corretto. Il che ci deve far riflettere sul fatto che è sbagliato tenere i giovani, ma anche gli anziani, in casa, lontani dallo sport e dal tempo libero.

Il medico si rivolge poi direttamente al Ministro:

rivolgo il mio invito al ministro dello Sport, perché riconsideri queste posizioni e ripensi le aperture nell’ottica del massimo rigore e dell’estrema sicurezza.

Con protocolli rigidi e maggiori controlli. Un discorso che si potrebbe estendere ai luoghi della cultura.

E’ possibile leggere l’intervista integrale qui

Ricordiamo che ai sensi del DPCM 25 Ottobre 2020è sospesa l’attività di piscine e palestre fino al 24 Novembre 2020.

La Federazione Italiana Nuoto ha chiarito che sono consentite le sedute di allenamento degli atleti tesserati con la FIN. Gli allenamenti devono svolgersi a porte chiuse. Questa deroga alle disposizioni governative riguarda tutte le discipline acquatiche FIN e tutte le categorie.

0
Leave a Reply

Subscribe
Notify of
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

 GIUSY  CISALE Giusy Cisale ha frequentato il Liceo Classico "T.L. Caro" dove era impegnata nella redazione della rivista scolastica. Nel 2002 è tra le più giovani laureate in Giurisprudenza dell'Università Federico II di Napoli (ITA). Inizia il percorso di Avvocato Civilista, conseguendo nel 2006 l'abilitazione all'esercizio della professione di avvocato. Si avvicina al nuoto …

Read More »