Criteria 2019: Le Femmine Juniores Tra Conferme E Nuovi Talenti

CRITERIA NAZIONALI GIOVANILI 2019

A cura di Valentina Lucconi

Dopo aver dato uno sguardo alle categorie Cadette, occhi puntati sulle Juniores.

Quest’ultima è una categoria che da sempre presenta i risultati più eclatanti ed inaspettati ai Criteria Invernali.

Un po’ per l’età, un po’ per i doppi impegni annuali che la nazionale giovanile propone (quest’anno Eurojunior 2019  dal 3 al 7 Luglio a Kazan-Russia ed i  Mondiali juniores  dal 20 al 25 Agosto a Budapest), questa categoria dà sempre vita a belle sfide  in acqua e alla scoperta di nuovi talenti .

DELFINO

La farfalla veloce del secondo anno Juniores vede protagonista Carola Valle su tutte.

Iscritta con il tempo di 27.46 dovrà fare attenzione alla napoletana Viola Scotto di Carlo, tesserata con la storica società Sporting Club Flegreo.

La classe 2004 vedrà lo scontro nei 50 metri tra le compagne di squadra Alessandra Garzetta e Sofia Sartori, tesserate per la Leosport.

Attenzione all’insidia della talentuosa dorsista Erika Gaetani, veloce anche a delfino.

Nei 100 metri, lotta aperta per la classe 2003.

L’obiettivo è scendere sotto il minuto per potersi portare a casa il titolo di campionessa italiana.

Diversa la storia per il primo anno Junior.

Lotta a 3/4 per aggiudicarsi un posto nella elite del nuoto giovanile con Sofia Sartori, Angelica Cappelletto, Beatrice Demasi e Chiara Morganti a volare sull’acqua per ottenere il massimo risultato.

Nei 200 metri, Antonella Crispino e Anna De Feo ( Piave Nuoto – San Donà) daranno vita ad uno scontro aperto, con una lotta per il podio insidiata da tutte le altre atlete nell’ultima batteria.

Nel primo anno junior il podio non è scontato.

Il gruppo partenti potrà riservare sorprese anche dalle corsie laterali.

Angelica Cappelletto (Nord/Est H2O ssd), Sofia Sartori (Leosport), Chiara Morganti ( CC Aniene) e Beatrice Demasi ( Rari Nantes Torino) si giocano un posto sul podio.

Dovranno però vedersela con un’ultima serie agguerritissima, compresa la campionessa italiana in carica Lisa Maria Iotcu ( Delphinia Team Piceno) che si presenta col sesto tempo di iscrizione.

Lanciamo l’hashtag #batteriatirata

DORSO

E’ passata in pochissimo tempo dall’essere una scoperta a diventare protagonista indiscussa del dorso.

Erika Gaetani (Gestisport), pugliese eclettica che eccelle in tutte e tre le distanze del dorso non avrà difficoltà ad imporsi nella sua annata di nascita.

Da tenere d’occhio anche Chiara Fontana ( Azzurra 91). Cambio di squadra in questa stagione, ma importanti miglioramenti sia in vasca corta che in Lunga già in questo avvio di 2019.

Quando il cambiamento va di pari passo con il talento si possono prospettare solo belle sorprese.

Dietro a Gaetani e Fontana poi c’è fermento e tanta bagarre. Spettacolo garantito senza esclusione di possibili colpi di scena.

Allo stesso modo le Junior 2° anno sembrano agguerrite per centrare tempi importanti.

Anita Gastaldi e Martina Biasoli si giocano la gara più veloce.

Tutto incerto nell’annata 2003 per i 100 dorso.

Al comando troviamo Rachele Regattieri (Sport management Pallanuoto) con 1’01’11, ma addirittura le prime 7 iscritte sono racchiuse in 7 decimi.

Il 200 dorso vedrà una bella battaglia tra le prime 3 atlete, con Francesca Furfaro ( CC Aniene) in sensibile miglioramento.

RANA

La rana Juniores metterà in risalto le giovani reduci dagli impegni in Coppa Comen 2018.

Maria Letizia Piscopiello ( Gestisport) e Julia Berge se la giocheranno per il gradino più alto del podio nei 100 metri rana.

Sempre rimanendo nell’annata 2004, la gara più lunga vede dei tempi alquanto interessanti con Sofia Bartoloni (Fiamme Gialle) e Giorgia Barcolloni (Piscine San Vincenzo) già iscritte al di sotto dei 2’30 e dalle quali ci aspettiamo un ulteriore salto di qualità, in una disciplina in continuo fermento.

Scena diversa per le 2003.

I 200 metri rana vedono ben 4 atlete come possibili vincitrici e racchiuse in poco più di mezzo secondo.

Aurora Peroni (Aquatic Center), Ilaria Marcucci (Aurelia Nuoto), Lara Buondonno (Swim Project Venafro) e Matilde Zucchini (G.A.M. Team Brescia) sono le atlete con i tempi di iscrizione più bassi.

Attenzione alle crisi laterali, dove il divario potrebbe azzerarsi e riservare qualche exploit.

I 50 per entrambe le annate sembrano non avere un capo gruppo a guidare il ranking.

Situazione interessante che porterà tante atlete a dare il massimo per ottenere un podio importante.

STILE LIBERO

La velocità dello stile libero e del delfino presenta Carola Valle ( Dynamic Sport) un passo avanti alle altre.

Già presente agli Eurojunior del 2018, la attendiamo in una maturazione verso gli Assoluti dove un posto tra i grandi va conquistato con i denti.

Per ora ottimi riscontri cronometrici che ci fanno presagire tempi più che eccellenti nei 50 e 100 stile libero.

Gara regina che sarà insidiata da Lucrezia Napoletano ( Netium ssd).

L’atleta porta in dote un’eccellente velocità da 55’’ alto. Nella gara dei 400 ed 800 metri è iscritta con il terzo tempo, sintomo di una ampiezza di gare alquanto unica nel suo genere.

Il mezzofondo può invece trovare la sua regina in casa Cesarano.

Le sorelle tesserate con la casertana Time Limit Noemi ed Antonietta sono le atlete da battere.

La vita delle gemelle non sarà facile, poiché le loro avversarie  non sembrano comunque essere a debita distanza di sicurezza.

Nei 200 Stile libero si apre la scommessa: avremo un sub 2′?

Antonietta Cesarano e Carola Valle sembrano sulla carta le più vicine a rompere il fatidico muro, ma sotto i 2.02 c’è anche Lucrezia Napoletano. Nulla di scontato, le scommesse sono aperte.

Per le 2004, se le gare dei 400 ed 800 vedono maggiore apertura al podio, la velocità sembra un gioco a 4 con Alice Maggioni in prima linea nei 50 e 100 stile libero,

 

I 200 metri vedono l’eclettica atleta anno 2004 Sartori Sofia di fronte a Martina Trionfetti ( Pol. Circ. Lavoratori Terni) entrambe sotto i 2’.

Attenzione a Chiara Fontana, in grande spolvero e di certo avversaria non facile da contenere.

MISTI

L’annata 2003 vede entrambe le gare dei misti sfidarsi lo stesso tridente.

Anita Gastaldi, Martina Ratti (Gestisport) e Antonietta Crispino ( Assonuoto Caserta)  al di sotto dei 4’48 nei 400 misti ed scritte al di sotto dei 2’16 nei 200 misti.

Prima linea nella sua categoria per Chiara Fontana, non più una novità a certi livelli.

Nei 200 misti sembra avere la strada spianata con una lotta al podio tra tra Scarpitti e Cappelletto.

Nei 400 metri invece Carlotta Scarpitti (G. Sport Village) potrebbe essere la sorpresa per la conquista al titolo a discapito della Fontana.

Di certo le uniche due atlete iscritte con un tempo da 4’50 dovranno regalarci una sfida all’ultima virata.

PREMIO MOST VALUABLE SWIMMER

Vi abbiamo raccontato pochi giorni fa dell’introduzione del premio “Most Valuable Swimmer” (MVS).

Se dovessimo dare i nostri nomi sarebbero quelli di Erika Gaetani e Carola Valleche possono fare il salto di qualità atteso visti gli incrementi cronometrici.

Quali sono secondo voi le atlete che in questa categoria meriterebbero il premio?

Scrivetecelo nei commenti!

VALENTINA LUCCONI

Valentina Lucconi – ITA

Ex atleta professionista di nuoto dal 2006 al 2011, appassionata di economia, di sport e di tendenze, trova importante la comunicazione e lo scambio di opinione per la crescita personale ed aziendale. Allenatrice di nuoto squadra agonistica Vela Nuoto Ancona e membro del Gruppo Amici per lo Sport di Falconara (associazione che si occupa in forma volontaria di organizzare eventi sociali e sportivi sul territorio marchigiano). Ama viaggiare, il buon cibo e lo sport.

Citazione preferita: ‘’Fosse stato semplice, lo avrebbe fatto qualcun altro‘’.

Nella carriera agonistica ha collezionato 27 Medaglie ai campionati Italiani (di cui un Oro ed un Bronzo a livello assoluto), 5 medaglie ad eventi internazionali e 3 record italianicategoria Juniores.

Come atleta Master ha conquistato 4 record italiani in vasca corta (50-100-200 dorso e 200 misti). I record italiani in vasca lunga sono due: 100 e 200 dorso. Campionessa italiana 2017 nei 100 e 200 dorso.

Campionessa Mondiale a Budapest nel 2017 nei 100 e 200 metri dorso, con Record dei Campionati.

Leave a Reply

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

Ha frequentato il Liceo Classico "T.L. Caro" dove era impegnata nella redazione della rivista scolastica. Nel 2002 è tra le più giovani laureate in Giurisprudenza dell'Università Federico II di Napoli (ITA). Inizia il percorso di Avvocato Civilista, conseguendo nel 2006 l'abilitazione all'esercizio della professione di avvocato. Si avvicina al nuoto quasi per caso, …

Read More »

Want to take your swimfandom to the next level?

Subscribe to SwimSwam Magazine!