Come Rilassarsi Prima Di Una Gara Importante

Vuoi essere veloce? Rilassati.

Il rilassamento è alla base di un’ottima performance. Alexander Popov lo sapeva, Ian Thorpe lo sapeva, Michael Phelps lo sapeva. Guarda le ultime gare di questi atleti e ciò che generalmente viene in mente è: lo fanno sembrare così facile.

Il rilassamento in acqua inizia molto prima che si indossa il costume. La tua preparazione pre-gara e mentale hanno un effetto fisico viscerale sulla tua nuotata. Dopotutto, quando sei stressato, senti i muscoli contrarsi, l’ansia inizia a insinuarsi e la tua performance ne risente.

Ecco 5 modi per rimanere rilassato la prossima volta che salirai sui blocchi:

1. Ignora i tuoi avversari.

Quante volte hai guardato attraverso la piscina e hai visto il tuo principale concorrente scaldarsi. Quante volte ti sei perso a guardarlo e a pensare che sembrava veloce, scivolare sull’acqua, avere una fluidità inquietante.

Se sei come la maggior parte dei nuotatori, quel seme del dubbio ti salterà in testa: sembrano rilassati; Mi sono davvero preparato così bene? Probabilmente avrei dovuto dormire di più, loro sembrano riposati … E così via.

In questi momenti devi puntare la tua attenzione verso l’interno. Quante ore ti sei allenato. Il duro lavoro che hai investito. Il tempo trascorso affinando la tua forma fisica e tecnica. Dirigi la tua energia e concentrati verso l’interno.

2. Pensa a cose che ti tengono sciolto e concentrato.

Può essere musica forte, aggressiva e completa solitudine. Per alcuni è il “Non parlarmi nemmeno” . Non pensare di essere scortese. Isolati, pensa solo che stai per eseguire la migliore gara di sempre.

Scopri ciò che ti fa stare bene, ciò che può funzionare per te. Che sia la solitudine oppure il mescolarsi con i compagni di squadra.

3. Pensa alla tua gara perfetta.

Tutti hanno una “gara perfetta”. Quella gara dove tutto è andato come doveva andare, in cui eri rilassato e concentrato già prima di entrare in camera di chiamata.

Ora torna a quel momento e ripensa ai rituali pre-gara di quel momento. Con quale atteggiamento mentale ti sei avvicinato alla gara? Torna indietro con la mente e scrivi le 3-4 cose che hai fatto prima di quelle performance di successo ed applicale alle gare future.

4. Concentrati solo sulla nuotata.

Distrarsi è facile. La temperatura della piscina, il costume troppo largo o troppo stretto, gli occhialini che possono cadere al tuffo.

Svuota il cervello da questi pensieri futili, nulla di tutto questo riguarda la tua nuotata. Trova un angolo tranquillo, copriti gli occhi con un asciugamano e visualizza l’esecuzione della tua gara metro per metro.

Il tuffo, la subacquea, il ritmo del respiro. Immagina la tua gara nei minimi dettagli e quando afferrerai il blocco il tuo cervello non farà altro che ripetere quelle immagini che tu gli hai dato poco prima.

Vuoi un esempio? Michael Phelps ha eseguito la stessa routine pre-gara per vent’anni.

5. Respirazione controllata.

Questo è un modo fantastico per calmarti se stai diventando ansioso o troppo eccitato prima della gara. Se fatto correttamente, non solo riduce la pressione sanguigna, promuove un senso di calma, ma aiuta anche a ridurre lo stress.

Come farlo:

  1. Poni una mano sul petto e l’altra sulla pancia.
  2. Respira profondamente attraverso il naso senza sollevare il petto: sentirai un buon allungamento all’interno del diaframma e dei polmoni.
  3. Fallo per un paio di minuti e avverti un’immediata diminuzione della pressione sanguigna e della frequenza cardiaca. (Questo funziona per qualsiasi situazione stressante, quindi è un piccolo strumento utile da avere anche al di fuori della piscina.)

Riesci a pensare ad altri modi per rimanere rilassato e concentrato prima delle tue gare? Scrivilo nei commenti qui sotto!

In This Story

Leave a Reply

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

Ha frequentato il Liceo Classico "T.L. Caro" dove era impegnata nella redazione della rivista scolastica. Nel 2002 è tra le più giovani laureate in Giurisprudenza dell'Università Federico II di Napoli (ITA). Inizia il percorso di Avvocato Civilista, conseguendo nel 2006 l'abilitazione all'esercizio della professione di avvocato. Si avvicina al nuoto quasi per caso, …

Read More »

Don't want to miss anything?

Subscribe to our newsletter and receive our latest updates!