Tom Shields Si Apre Su Instagram E Parla Di Salute Mentale

Giusy Cisale
by Giusy Cisale 0

December 27th, 2019 Italia

Tom Shieldsl’olimpionico americano, ha rivelato che poco più di un anno fa ha tentato il suicidio in un recente post su Instagram.

Nel post, Shields spiega cosa lo ha portato a quel punto. La ricerca di un aiuto professionale lo ha influenzato positivamente nell’ultimo anno, e ringrazia tutte le persone che lo hanno sostenuto.

Questo il post:

View this post on Instagram

A little over a year ago I tried to hang myself. If G didn’t miraculously turn around and come home from her commute I wouldn’t be alive today. She called me out of the blue at a time I normally wouldn’t be reachable, and distracted me til she got back⁣. ⁣ The best description I can offer of what happened:⁣⁣⁣ ⁣⁣⁣ I was a caught in a certain line of thinking, one that convinced me “I should get out of the way of the people I hurt, I will never get my shit together, or be worthwhile. I am simply incapable of becoming the person I want to be, so the best course of action would be to die, and cease the pain I bring into the world”. I had spent many years fantasizing and reveling in this line of thought. My therapist has convinced me that this belief is not connected to who I am. It is rather a “neural pathway” that may have helped me survive an earlier time in my life, but is simply hurting me now. I have learned many strategies to help me deal with it, but it’s a daily battle.⁣⁣⁣ ⁣⁣⁣⁣⁣ If you feel any resonation with the above, I urge you to seek help immediately, because it could be any old day that the thoughts take over, and you act out against yourself. ⁣⁣⁣⁣⁣ ⁣⁣⁣⁣⁣ I owe thanks to more than I can ever mention, but to those in my life who rescued me; my wife, the guys at cal, Dave, Chase, my friends back home, USA swimming, a special shout out to @sean28mahoney, and even more people who, with or without knowing it, helped me unfuck my brain and gave me time/support to grow. This past year has been the hardest, coolest, most rewarding time of my life.⁣⁣⁣⁣⁣ ⁣⁣⁣⁣⁣ This is the first picture of Gianna and I after that time. She had gotten us a hotel and took the rest of the week off to be there for me. I am so thankful for her, and do not understand how I got so lucky. She is the light of my life, and the most supportive, kind, loving, and patient person I’ve ever met. ⁣⁣⁣ It’s crazy to look back. I am so thankful for a year of growth, one I wouldn’t trade for anything. A younger version of me would be bummed I didn’t swim a best time or good at all for a 5th year in a row, but I am finally learning to recognize and to value different kinds of growth.

A post shared by Tom Shields (@beefytshields) on

IL POST DI TOM SHIELDS – TRADUZIONE

*Attenzione: il post contiene parole molto forti

Poco più di un anno fa ho cercato di impiccarmi.

Se G non si fosse miracolosamente voltata e non fosse tornata a casa dal suo viaggio, oggi non sarei vivo. Mi ha chiamato all’improvviso in un momento in cui normalmente non sarei stato raggiungibile. Mi ha distratto fino al suo ritorno.

La migliore descrizione che posso offrire di ciò che è successo.

Sono stato preso da un pensiero, che mi ha convinto a “togliermi dai piedi delle persone che ho ferito, non riuscirò mai a rimettermi in sesto, né ad essere degno”.

Sono semplicemente incapace di diventare la persona che voglio essere, quindi la migliore linea d’azione sarebbe quella di morire, e cessare il dolore che porto nel mondo”.

Ho passato molti anni a fantasticare e a divertirmi in questa linea di pensiero.

Il mio terapeuta mi ha convinto che questa convinzione non è legata a ciò che sono.

È piuttosto un “percorso neurale” che forse mi ha aiutato a sopravvivere a un periodo precedente della mia vita, ma che ora mi sta semplicemente facendo male.

Ho imparato molte strategie per aiutarmi ad affrontarlo, ma è una battaglia quotidiana.

Se sentite una qualche risonanza con quanto sopra, vi esorto a cercare immediatamente aiuto, perché potrebbe essere un giorno qualsiasi in cui i pensieri prendono il sopravvento, e voi agite contro voi stessi. Devo ringraziare più di quanto potrò mai dire coloro che nella mia vita mi hanno salvato.

Mia moglie, i ragazzi di Cal, Dave, Chase, i miei amici a casa, il nuoto negli USA, e ancora più persone che, con o senza saperlo, mi hanno aiutato a liberare il mio cervello e mi hanno dato tempo/supporto per crescere.

Quest’ultimo anno è stato il più difficile, il più bello e il più gratificante della mia vita.

Questa è la prima foto di me e Gianna dopo quella volta.

Ci aveva trovato un albergo e si era presa il resto della settimana libera per starmi vicino.

Le sono molto grato e non capisco come ho fatto ad essere così fortunato. Lei è la luce della mia vita, e la persona più solidale, gentile, affettuosa e paziente che abbia mai incontrato.

E’ pazzesco guardarsi indietro.

Sono così grato per un anno di crescita, che non scambierei per niente al mondo.

Una versione più giovane di me sarebbe dispiaciuta di non aver nuotato per il quinto anno consecutivo, ma sto finalmente imparando a riconoscere e a valutare diversi tipi di crescita.

Pluri-campione della NCAA con Cal, Shields ha continuato a condurre una carriera da professionista di successo. Nel 2016 era nella squadra olimpica statunitense. A Rio ha vinto una medaglia d’oro nella staffetta maschile 4×100 mista.

La scorsa estate, il due volte campione del mondo in vasca corta ha conquistato due ori ai Giochi Panamericani di Lima, in Perù. Ha anche partecipato alla International Swimming League con la squadra LA Current.

Ha vinto 3 gare nella stagione inaugurale della ISL e si è classificato all’11° posto nella stagione di MVP.

Riportato in inglese da James Sutherland

se tu o qualcuno che conosci ha pensieri suicidi, puoi contattare il telefono amico Italia al numero 199 284284. Puoi trovare la lista delle fondazioni internazionali di prevenzione al suicidio qui

In This Story

0
Leave a Reply

Subscribe
Notify of
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

 GIUSY  CISALE Giusy Cisale ha frequentato il Liceo Classico "T.L. Caro" dove era impegnata nella redazione della rivista scolastica. Nel 2002 è tra le più giovani laureate in Giurisprudenza dell'Università Federico II di Napoli (ITA). Inizia il percorso di Avvocato Civilista, conseguendo nel 2006 l'abilitazione all'esercizio della professione di avvocato. Si avvicina al nuoto …

Read More »