GREGORIO PALTRINIERI Cambia Schema nella sua prima Gara in Australia

Giusy Cisale
by Giusy Cisale 0

January 13th, 2018 Italia

 

2018 VICTORIAN OPEN CHAMPIONSHIPS

  • Venerdì 12 gennaio – domenica 14 gennaio
  • Centro sportivo acquatico di Melbourne (MSAC)
  • Vasca Lunga
  • Meet Central ufficiale
  • Lista iscritti

Riportiamo l’analisi del co-fondatore di SwimSwam Braden Keith sulla gara che ha visto i due compagni di allenamento Gregorio Paltrinieri e Mack Horton, sfidarsi nei 400 mt stile libero in Australia.

Per chi desidera leggere l’articolo in originale, può farlo sul nostro sito madre al seguente link 

Nella loro prima battaglia dei Campionati Open Victorian in Australia, i nuovi compagni di allenamento  Mack Horton e  Gregorio Paltrinieri hanno dimostrato una cosa certa: nonostante un incontro di livello relativamente alto, entrambi i nuotatori sono piuttosto in panne.

Lo stesso Mack Horton, nelle dichiarazioni rese post gara, ha confermato che lo stato attuale non è dei migliori, essendo nel mezzo di allenamenti alquanto pesanti.

Horton ha toccato la piastra per primo in 3: 51.38.

Gregorio deve accontentarsi del secondo posto col tempo di 3: 51.80. David McKeon  finisce terzo in 3: 52.04.

Nel video vengono riportati gli ultimi 75 metri della gara. Horton ha cuffia bianca, Paltrinieri nera e  McKeon gialla.

L’andatura di Paltrinieri sembra sostanzialmente la stessa di sempre: sbilanciato con un recupero col braccio sinistro piatto e basso sull’acqua.

Olympic champion @mackhorton powers home over the final 50m to score a narrow win in the 400m freestyle in 3:51.38 over fellow Rio Olympic golden boy Italy’s @greg_palt 3:51.80 and Rio finalist @davidmckeon 3:52.04 @swim_vic #vicswimchamps

A post shared by Lanes Of Gold (@hansonmedia) on

L’analisi

Paltrinieri non ha gareggiato molto a Gennaio nella sua carriera.

Il 2014 è stato l’unico anno in cui ha nuotato un 400 stile libero in gara, ma la sua prestazione a Victoria è stata in realtà migliore di quella dell’anno.

Questo è significativo per un paio di motivi. Il primo è che il 2014 è stato l’anno in cui l’Europa era focalizzata (come nel 2018) sui Campionati Europei.

Il secondo è che il 2014 è stato anche l’anno in cui Paltrinieri ha nuotato il suo miglior risultato assoluto sui 400 stile, ad Aprile ai Campionati Italiani, con un 3: 48.41.

Non ha nuotato i 400 stile ai Campionati Europei, ma Berlino rimane una manifestazione clou della sua carriera.

Lì infatti nuotò per la prima volta i 1500 stile libero sotto i 14’40 e gli 800 stile libero sotto i 7’48.

Cambiamento di schema

La domanda quindi è: che impatto ha avuto il cambiamento nell’allenamento su Paltrinieri?

Sta nuotando le sue gare in modo diverso?

Nei ritorni, sembra esserci una strategia diversa. Storicamente, Paltrinieri ha seguito uno schema piuttosto collaudato nei 400 stile – sia nelle gare stagionali, sia nelle gare di campionato.

All’inizio della sua carriera, lo schema era di spingere i primi 50, mollare un pò fino ai 200 metri, quindi ricostruire fino ai 400.

Col passare del tempo, quel modello si è evoluto ed abbiamo visto Paltrinieri spingere i suoi primi 50 piuttosto duramente, e poi retrocedere su ogni 50 fino al 300. A quel punto,  avrebbe costruito un 50 e poi martellato letteralmente l’ultimo.

Quei modelli erano abbastanza coerenti: abbastanza consistenti da indicare un piano cosciente.

Questa volta nuota in maniera diversa.

I primi 50 metri sono ancora molto sostenuti. Il secondo 50 un pò arretrato, ma poi osserva un’andatura costante per i successivi 300 metri.

I suoi passaggi sui 50 metri di venerdì sono stati:

  • 27.15
  • 29.12
  • 29.26
  • 29.26
  • 29.24
  • 29.41
  • 29.61
  • 28.75

Come potete notare il 300 centrale riporta tempi quasi uguali al decimo di secondo.

Avremo bisogno di più dati per determinare se questo sarà il suo modello, ma si tratta di un interessante cambiamento di schema.

Comparazione con le altre gare

Per ragioni di comparazione, di seguito riportiamo alcuni passaggi sui 100 metri, comparando gare diverse.

Abbiamo scelto tre gare in cui i tempi nuotati sono simili ed una in cui ha nuotato il suo migliore.

2018 CHAMPS VICTORIAN TROFEO MILANO 2016 COPPA DEL MONDO 2015 – MOSCA CAMPIONATI ITALIANI 2014 CAMPIONATI ITALIANI 2013
12 gennaio 2018 19 marzo 2016 11 agosto 2015 10 aprile 2014 11 Aprile 2013
3: 51.80 3: 51.20 3: 51.59 3: 48.41 (miglior tempo) 4: 51.82
1 ° 100 56.27 55.83 56.06 55.73 56.54
2 ° 100 58.52 58.41 58.81 58.52 59.21
Terzo 100 58.87 59.32 59.22 58.02 58.62
4 ° 100 58.36 57.64 57.5 26.14 57.45

 

I due Campioni nuoteranno adesso nelle acque libere della  “Pier to Pub”.

Scopri di più sullo stato attuale della coppia da Horton qui:

Olympic champion @mackhorton talks about his win in the 400m freestyle and his switch to the Open Water with good friend, training partner and fellow Olympic champ Italy’s @greg_palt in tomorrow’s Lorne Pier To Pub over 1.5km @lorneslsc @dolphinsaus

A post shared by Lanes Of Gold (@hansonmedia) on

In This Story

Leave a Reply

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

Ha frequentato il Liceo Classico "T.L. Caro" dove era impegnata nella redazione della rivista scolastica. Nel 2002 è tra le più giovani laureate in Giurisprudenza dell'Università Federico II di Napoli (ITA). Inizia il percorso di Avvocato Civilista, conseguendo nel 2006 l'abilitazione all'esercizio della professione di avvocato. Si avvicina al nuoto quasi per caso, …

Read More »

Don't want to miss anything?

Subscribe to our newsletter and receive our latest updates!