Domenico Acerenza: “Sono Molto Fiducioso Nel Nuovo Progetto”

DOMENICO ACERENZA

Domenico Aderenza racconta a Swimswam la sua scelta di allontanarsi dal Centro Federale di Ostia e cambiare tecnico. E’ di ieri infatti la notizia che Gregorio Paltrinieri e Domenico saranno seguiti nel corso della stagione che porterà a Tokyo dal tecnico Fabrizio Antonelli.

La notizia, che ha sorpreso il mondo del nuoto, arriva pochi giorni dopo dalla pubblicazione di alcune foto che testimoniavano la ripresa degli allenamenti a Ostia dopo il lockdown. Nel post si vedeva il gruppo di mezzofondisti guidati da Stefano Morini, ma non era presente Domenico.

Acerenza racconta infatti di aver passato questo periodo a Potenza.

Ho avuto l’opportunità di passare del tempo a casa con la mia famiglia durante la quarantena e non capitava da molto. E’ stato rigenerante.”

In merito alla scelta di lasciare il Centro Federale dice:

L’idea di cambiare aria già c’era, ma avrei preferito portare a termine l’anno olimpico e poi guardarmi intorno. Dopo l’annuncio dello spostamento ho pensato di anticipare la cosa e sfruttare questa opportunità. L’ho vista come una seconda occasione e non potevo lasciarmela scappare.”

In questa nuova avventura non sarà da solo, Gregorio Paltrinieri, suo compagno di allenamento nelle ultime 3 stagioni sarà con lui nel nuovo gruppo di lavoro. Domenico assicura però che nessuno dei due ha convinto l’altro a prendere questa decisione:

“Sono state due scelte prese singolarmente in precedenza. Mi ero gia confrontato con la federazione per esprimere il mio malcontento. Poi mi sono ritrovato in questi ultimi giorni a parlare con Gregorio, ed entrambi stavamo vivendo una situazione simile. Così abbiamo deciso di iniziare un percorso nuovo assieme.”

Quali saranno ora le prossime mosse e come improntare il programma restano i principali aspetti da definire.

“Quello che ci aspetta resta comunque un progetto federale e questo è sia rassicurante che stimolante. Dobbiamo ancora definire la maggior parte dei dettagli. Ci stanno aiutando a trovare le condizioni migliori per lavorare bene, sono molto fiducioso. Anche le mie due società, CC Napoli e Fiamme Oro mi stanno sostenendo in questa fase di cambiamento e per me è importante.”

La nuova guida tecnica sarà Fabrizio Antonelli, allenatore del CSOE e mentore di Rachele Bruni, argento a Rio nella 10km in acque libere. Antonelli è anche tecnico federale del nuoto di fondo.

“Impareremo a conoscerci. C’è il tempo per fare tutto. Dobbiamo usare questi mesi per abituarmi al suo modo di lavorare, e poi iniziare da capo una stagione.

Gregorio Paltrinieri ha da tempo annunciato la sua volontà di dedicarsi contemporaneamente al nuoto in vasca e a quello in mare, ed è gia qualificato per le Olimpiadi in entrambe le discipline. Domenico si è approcciato da poco alle gare in acque libere. Ha ottenuto però subito ottimi risultati: è stato argento mondiale la scorsa estate nella 5km a squadre nuotata proprio con Gregorio Paltrinieri, Rachele Bruni e Giulia Gabrielleschi.

La mia priorità resta il nuoto in vasca. Anche perché per le carte olimpiche per Tokyo sono gia state assegnate e non avrei un obiettivo raggiungibile. Gareggerò sicuramente anche in acque libere perché mi diverte ed una strada che vedo percorribile per il futuro. Ma verso i Giochi punterò tutto sul nuoto tra le corsie.”

Al CF di Ostia resta un nutrito gruppo di atleti, con i quali Domenico mantiene uno stretto rapporto di amicizia:

“Non ho avuto modo di parlare a lungo con il resto del gruppo essendo io lontano da Ostia in questo momento. Ho comunicato loro la mia scelta e sono certo che siano dispiaciuti come lo sono io, eravamo una bella squadra. Ma questo non era più sufficiente”

Nei confronti di Stefano Morini, Acerenza mostra gratitudine.

“Con il Moro siamo rimasti in ottimi rapporti, non mi permetterei mai di criticare il suo lavoro. Grazie a lui ho raggiunto splendidi risultati, primo fra tutti la mia partecipazione ad una finale mondiale. In questi 2 anni e mezzo ho lavorato bene e migliorato tutti i miei record personali. Gli devo molto, ma sento che posso fare un passettino oltre, e per farlo devo cambiare qualcosa.”

In This Story

0
Leave a Reply

Subscribe
Notify of
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

About Aglaia Pezzato

Aglaia Pezzato

Cresce a Padova e dintorni dove inizialmente porta avanti le sue due passioni, la danza classica e il nuoto, preferendo poi quest’ultimo. Azzurrina dal 2007 al 2010 rappresenta l’Italia con la nazionale giovanile in diverse manifestazioni internazionali fino allo stop forzato per due delicati interventi chirurgici. 2014 Nel 2014 fa il suo esordio …

Read More »