FEDERICA PELLEGRINI: A COPENHAGEN punto alla FINALE DEI 100 SL LIBERO

Giusy Cisale
by Giusy Cisale 0

December 05th, 2017 Italia

CAMPIONATI EUROPEI VASCA CORTA 2017

Nel primo pomeriggio di ieri la Federazione Italiana Nuoto ha diramato la lista dei 36 atleti che parteciperanno ai Campionati europei in Vascaa Corta, in programma a Copenhagen dal 13 al 17 Dicembre 2017.

Le dichiarazioni del Direttore Tecnico Cesare Butini hanno confermato ciò che l’atleta più rappresentativa del nuoto italiano aveva già dichiarato al termine dei Campionati Mondiali di Budapest la scorsa estate.

Federica Pellegrini non si cimenterà nei 200 stile libero.

La speranza che la campionessa mondiale della distanza ci ripensasse era viva, anche se Federica ha chiarito la sua scelta in varie occasioni.

L’abbiamo incontrata ai Campionati Italiani open svoltisi a Riccione lo scorso fine settimana. Terminate le gare dei 50 stile libero e dei 100 stile libero.

Nei 50 mt. stile libero Federica conquistava un argento con il tempo di 24″55 mentre nella gara che dovrebbe affrontare ai prossimi Europei, i 100 mt stile libero,  si laureava Campionessa Italiana con il tempo di 52″64 ed un passaggio ai 50 mt. di 27 secondi.

Courtesy of Federnuoto – Danilo Vigo – www.federnuoto.it

Le dichiarazioni

Uscita dalla vasca dopo i 50 metri stile libero Federica ci ha concesso qualche minuto per analizzare la prestazione.

SwimSwam Dopo tredici anni ti sei cimentata nel 50 stile libero, puoi dirci le tue sensazioni?

Federica Pellegrini: “Mi hanno ricordato che l’ultima gara dei 50 mt. stile l’ho fatta nel 2004 e da allora non l’ho fatta più.

E’ come se avessi fatto qualcosa di nuovo. Non è andata nemmeno male, anzi è andata benissimo perchè le altre erano molto forti e non sapevo cosa aspettarmi. sono contenta.

SwimSwam La decisione di non nuotare più i 200 stile è definitiva? Le tue avversarie internazionali posso stare tranquille?

Federica Pellegrini “Beh, diciamo che potevano stare tranquille anche prima (ride). Comunque si, per adesso la mia decisione è questa. Non nuoterò i 200 stile. Per ora amo la velocità e voglio continuare a lavorare su questo”

Dopo aver nuotato i 100 stile libero, Federica Pellegrini si lascia andare ad un’analisi più attenta di molti aspetti che la riguardano

Sull’addio al nuoto di Magnini

Dichiara Federica Pellegrini: “E’ stato molto emozionante quello che è successo oggi,, anche perchè abbiamo iniziato il percorso insieme. anche se abbiamo qualche anno di differenza capisco bene quali siano state le cause che hanno portato Filo a decidere di smettere. Condivido in pieno e gli auguro il meglio.

Adesso bisognerà anche eleggere un nuovo Capitano e decideremo tra Turrini e Ferraioli. Non sono ancora la più vecchia!”

Federica Pellegrini – Italian Nationals
Photo by SwimSwam Italy

Il ricordo di Budapest

Budapest è sicuramente il ricordo più forte di quest’anno e di tanti altri anni. E’ stato un anno davvero difficile da replicare, anche perchè a Dicembre ho ottenuto l’unico oro che mi mancava, quello nei 200 stile nei Mondiali in vasca corta. Ho chiuso la stagione con i due ori dei 200 stile libero, sia in corta che in lunga. Non lo speravo e non lo sognavo neanche perchè pensavo che questa gara e soprattutto il primo gradino del podio fosse abbastanza chiusa. Pensavo che se fosse andata bene avrei notato un 54 alto, mentre la Ledecky aveva nuotato un 53 alto alle Olimpiadi. Pensavo che il primo gradino fosse abbastanza precluso. Però nel nuoto non è così. Il mio obiettivo era di prendere la settima medaglia di fila ad un mondiale.

Sugli Europei

Federica ottiene il tempo di qualificazione e nello stadio si sente un boato. Gli chiediamo se ne è contenta: “Avevo la fortuna di essere già qualificata per gli Europei. Questo è un test per vedere come sta andando la prima parte dello scarico e sono molto contenta. Mi sono migliorata molto rispetto quanto nuotato a Genova. Manca una settimana alla partenza e quindi starò a casa mia a Verona tranquilla, pian piano cominceremo a calare l’allenamento. Il podio nei 100 stile adesso è impossibile. Le altre hanno un 50 alto/51 e siamo quasi a un secondo e mezzo. Centrare una finale non mi dispiacerebbe!”

 

In This Story

Leave a Reply

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

Ha frequentato il Liceo Classico "T.L. Caro" dove era impegnata nella redazione della rivista scolastica. Nel 2002 è tra le più giovani laureate in Giurisprudenza dell'Università Federico II di Napoli (ITA). Inizia il percorso di Avvocato Civilista, conseguendo nel 2006 l'abilitazione all'esercizio della professione di avvocato. Si avvicina al nuoto quasi per caso, …

Read More »

Don't want to miss anything?

Subscribe to our newsletter and receive our latest updates!