Successo Italia Agli Europei-Barelli “Tutelare Società E Famiglie”

Giusy Cisale
by Giusy Cisale 0

August 13th, 2018 Italia

CAMPIONATI EUROPEI GLASGOW 2018

I Campionati Europei si sono conclusi ed il Presidente della Federazione Italiana Nuoto (nonché presidente della LEN – Lega Europea del Nuoto), ha scritto una lettera aperta, pubblicato sul sito della FIN.

La nazionale Italiana impegnata agli Europei di Glasgow è la più iridata della storia. merito secondo Barelli, anche delle società sportive. Queste ultime hanno saputo infondere passione attraverso l’organizzazione periferica e ripagato i sacrifici delle famiglie degli atleti.

La lettera del Presidente Paolo Barelli

Nella prima parte della lettera il Presidente Paolo Barelli si complimenta con le squadre nazionali e su quelle periferiche.

“I campionati europei di Glasgow, Loch Lomond e di Edimburgo hanno confermato che il lavoro paga senza scadenze e ad ogni età. Merito delle società, cui sono ascrivibili i successi dei nostri ragazzi del nuoto, del sincro, dei tuffi e del fondo.

Le squadre nazionali hanno esaltato le sfide intraprese con successo dalle società sportive nell’ambito dell’organizzazione centrale e periferica attraverso la passione, il sacrificio e la professionalità diffuse in ogni piscina del Paese. 

Hanno commosso e ripagato emozionalmente le famiglie che rendono possibile l’attività sportiva dei più giovani con sacrifici economici e personali. Alimentato il desiderio di emulazione e confronto che spinge un movimento in continua attività. Come gli oltre duemila giovani nuotatori che stanno disputando i campionati di categoria di nuoto a Roma con l’aspirazione di diventare come i loro idoli. Allenati da tecnici che desiderano crescere insieme a loro e portarli su palcoscenici internazionali. 

Hanno valorizzato un sistema di formazione e aggiornamento che assicura ciclicità e produce campioni dell’acqua e nella vita. Sostenuto da investimenti tecnici ed economici nei centri federali, dalla diffusione capillare delle scuole nuoto federali […].

Hanno portato nella casa degli italiani i volti sorridenti e felici di giovani campioni, dai 15 ai 30 anni che rappresentano solo l’apice di una piramide che si fonda su 5.000.000 di praticanti e 1.500 società sportive che sono i veri artefici delle medaglie europee. 

 

LA TUTELA DELLE SOCIETA’ E FAMIGLIE

Nella parte finale, Barelli si sofferma sulla necessità di un progetto di rifondazione sportiva che tuteli famiglie e società.

I successi si costruiscono e necessitano di tutela da parte dello Stato. Scrive Barelli: “lo Stato deve pianificare un serio progetto di rifondazione sportiva, che metta al centro le infrastrutture e le società sportive che compiono sforzi enormi”.

Nel nostro piccolo cerchiamo di farlo. Con fiducia reciproca, solidarietà e comunione di intenti tra federazione, società e famiglie, stiamo dimostrando che la strada percorsa è quella giusta”.
Grazie a tutti! Paolo Barelli – 

Leave a Reply

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

Ha frequentato il Liceo Classico "T.L. Caro" dove era impegnata nella redazione della rivista scolastica. Nel 2002 è tra le più giovani laureate in Giurisprudenza dell'Università Federico II di Napoli (ITA). Inizia il percorso di Avvocato Civilista, conseguendo nel 2006 l'abilitazione all'esercizio della professione di avvocato. Si avvicina al nuoto quasi per caso, …

Read More »

Don't want to miss anything?

Subscribe to our newsletter and receive our latest updates!