Studenti/atleti. Al via la sperimentazione del progetto MIUR

Giusy Cisale
by Giusy Cisale 1

September 27th, 2017 Italia

Chi pratica nuoto ad alti livelli ben conosce le difficoltà di far decollare la propria carriera agonistica in un’età in cui allenamenti, collegiali e competizioni, devono necessariamente essere conciliati con gli impegni scolastici.

Studenti e famiglie spesso si trovano nella condizione di doversi confrontare con il corpo docente, soprattutto quando gli impegni sportivi sono di tale portata da non potere evitare assenze a scuola.

Non sempre dall’altra parte, poi, ci sono persone che possono comprendere le difficoltà legate ad uno sport come il nuoto, che necessita di ore giornaliere di allenamenti, e di fine settimana spesso in trasferta per affrontare le competizioni.

Il  decreto Miur n. 935/2015, emanato in attuazione dell’art. 1, comma 7 lettera g) della Legge n. 107/2015, ha fornito l’opportunità alle istituzioni scolastiche interessate di partecipare ad un Programma sperimentale che mira ad utilizzare una didattica “digitale” per aiutare gli studenti-atleti di alto livello a non perdere le lezioni scolastiche.

Con una nota emanata l’11 Settembre 2017 il Miur fornisce alle scuole le istruzioni per aderire al programma.

Gli istituti secondari di secondo grado con studenti-atleti di alto livello sono invitati a redigere un Progetto Formativo Personalizzato (PFP), approvato dal Consiglio di classe, e individuare un docente referente di progetto (tutor scolastico) e un referente di progetto esterno (tutor sportivo) segnalato dal relativo organismo sportivo o dalla Federazione di riferimento.

I Requisiti di ammissione alla sperimentazione studente/atleta sono:

  1. Rappresentanti delle Nazionali assolute e/o delle relative categorie giovanili.
  2. Atleti coinvolti nella preparazione dei Giochi Olimpici e Paralimpici estivi ed invernali, anche giovanili del Quadriennio 2017 – 2020.
  3. Studente riconosciuto quale “Atleta di Interesse Nazionale” dalla Federazione Sportiva Nazionale o dalle Discipline Sportive Associate o Lega professionistica di riferimento.
  4. Per gli sport individuali, atleti compresi tra i primi 24 posti della classifica nazionale di categoria, all’inizio dell’anno scolastico di riferimento.
  5. Per le attività sportive professionistiche di squadra, riconosciute ai sensi della legge n. 91/1981, atleti che partecipano ai seguenti campionati:

– Calcio (serie A, serie B, Serie C, Primavera e Berretti serie A, B e C, Under 17 serie A e B); – Pallacanestro serie A1, A2, B Under 20 Eccellenza, Under 18 Eccellenza.

  1. Per gli sport non professionistici di squadra, gli atleti che partecipano ai Campionati Nazionali di serie A1 e A2.Per la Pallavolo, atleti partecipanti ai campionati di Serie A e B maschile e A1, A2 e B1 femminile.

Vi ricordiamo infine che le domande di partecipazione dovranno essere inviate esclusivamente attraverso il portare www.monitor440scuola.it seguendo la relativa procedura guidata, entro e non oltre le ore 12.00 del 18 ottobre 2017.

 

1
Leave a Reply

1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
newest oldest most voted
anna

non sempre le istituzioni scolastiche sono favorevoli a questi progetti. In Italia il nuoto è ancora visto come sport di privilegiati! Spero che davvero si possa fare qualcosa per quesi ragazzi. quando la domenica vanno alle gare come fanno ad andare a scuola il lunedi?

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

Ha frequentato il Liceo Classico "T.L. Caro" dove era impegnata nella redazione della rivista scolastica. Nel 2002 è tra le più giovani laureate in Giurisprudenza dell'Università Federico II di Napoli (ITA). Inizia il percorso di Avvocato Civilista, conseguendo nel 2006 l'abilitazione all'esercizio della professione di avvocato. Si avvicina al nuoto quasi per caso, …

Read More »

Don't want to miss anything?

Subscribe to our newsletter and receive our latest updates!