Pallanuoto: Il Settebello Vola Ai Quarti Di Finale-Ungheria Demolita

Campionati Europei di Pallanuoto

  • Barcellona (Spagna)
  • Bernat Picornell Pool
  • 14-28 Luglio 2018

L’Italia di Sandro Campagna offre per cena all’Ungheria la sua peggiore sconfitta.

Italia e Serbia ora guidano i rispettivi gruppi assicurandosi il posto nei quarti di finale.

Il Settebello asfalta letteralmente l’Ungheria nel match di ieri sera. I magiari hanno subito la peggiore sconfitta della loro storia agli Europei di pallanuoto. 12-5, davanti a 3500 fan che riempivano la piscina Bernat Picornell.

Italia ed Ungheria si sono incontrate per la prima volta agli Europei 80 anni fa.

Nella storia degli Europei hanno giocato 25 partite. L’Italia ne ha vinti 6 con lo scarto di uno o due sol ciascuna. Ieri sera il Settebello ha siglato un record per entrambe le squadre. Per l’Italia è stata la partita vinta con maggiore vantaggio. L’Ungheria per trovare un’altra sconfitta di tal portata, deve ritornare alla finale del 2014, persa contro la Serbia per 7-12.

Il match

Gli italiani hanno iniziato la partita guadagnando un vantaggio di 0-6.

I magiari sono riusciti a risalire avendo la possibilità di tagliare il deficit.

Ci ha pensato però Valentino Gallo che tira fuori l’Italia da dieci interminabili minuti di silenzio.

A questo punto con il tabellone che segnava 4-8 l’Italia si è motivata, mentre l’Ungheria ha continuato a sprecare occasioni di tiri in rete.  Il gol successivo ungherese è arrivato dopo oltre 15 minuti senza reti (altro record negativo)

Queste le parole di Sandro Campagna: “Abbiamo iniziato bene, non credo che abbiamo avuto mai un’apertura simile contro di loro. Hanno provato a ritornare ma abbiamo controllato la partita fino alla fine. Il risultato parla da sé, ma è solo la seconda partita e abbiamo ancora molta strada da fare.

Valentino Gallo, invece ha dichiarato: “E ‘stata una bella partita. Sono una squadra eccellente. Abbiamo iniziato con il giusto approccio e prima ancora di riconoscerlo abbiamo avuto un vantaggio sul 6-0 al primo tempo. Sono sicuro che ha influenzato la loro fiducia. Poi non abbiamo segnato per quattro minuti e mezzo, non stavamo giocando bene. A questo punto il capo allenatore ha chiesto un time-out e ci ha detto che il gioco non era finito. Da quel momento siamo andati avanti come abbiamo iniziato il gioco dall’inizio. Tutto sommato, una buona partita per noi. Ora passiamo all’ultimo match” 

Classifica:

Gruppo A

  1. Italia 6
  2. Ungheria 3
  3. Germania
  4. Georgia

Gruppo B

  1. Spagna 6
  2. Montenegro 6
  3. Francia
  4. Malta 0

Gruppo C

  1. Grecia 6
  2. Croazia 6
  3. Olanda 0
  4. Turchia 0

Group D

  1. Serbia 6
  2. Russia 3
  3. Romania 3
  4. Slovacchia 0

Segui tutte le partite dal vivo e le statistiche dettagliate sono disponibili su www.len.eu

Courtesy of LEN 

Leave a Reply

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

Ha frequentato il Liceo Classico "T.L. Caro" dove era impegnata nella redazione della rivista scolastica. Nel 2002 è tra le più giovani laureate in Giurisprudenza dell'Università Federico II di Napoli (ITA). Inizia il percorso di Avvocato Civilista, conseguendo nel 2006 l'abilitazione all'esercizio della professione di avvocato. Si avvicina al nuoto quasi per caso, …

Read More »

Don't want to miss anything?

Subscribe to our newsletter and receive our latest updates!